Messaggio K. Matsuura nella Giornata dei diritti umani 2007


Il 10 dicembre 1948 le Nazioni Unite adottavano solennemente e proclamavano la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo. Fedele al suo mandato costituzionale di promuovere il rispetto universale della giustizia, dello Stato di diritto, dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, L'UNESCO ha contribuito per larga parte all'adozione della Dichiarazione. I colloqui che ha organizzato nel 1947 e nel 1948 sono stati tappe importanti in questo processo, evidenziando il fatto che valori legati ai diritti fondamentali della persona umana concretizzano aspirazioni comuni a culture e civiltà differenti.

L' UNESCO è stata la prima entità del sistema delle Nazioni Unite a prendere in considerazione ciò che implicava la Dichiarazione- adottata l'11 dicembre 1948 da una risoluzione della Conferenza generale- in ciascuno dei suoi ambiti di azione e a promuovere l'iscrizione di questo documento storico nei programmi di educazione e di informazione.

La comunità internazionale ha deciso di dare seguito all'adozione della Dichiarazione universale dei diritti umani, facendo del 10 dicembre la Giornata dei diritti dell'uomo. Ogni anno, questa giornata è l'occasione di dare un nuovo slancio alle iniziative nazionali e internazionali mirando a promuovere e a proteggere più efficacemente i diritti dell'uomo.

Alla vigilia del 60mo anniversario della Dichiarazione, questa commemorazione assume un suo particolare significato. In conformità con la decisione del segretario generale, il sistema delel Nazioni Unite nel suo insieme intrprenderà attività per tutto l'anno fino al 10 dicembre 2008 al fine di vigilare sul riconoscimento e il rispetto universale delle norme relative ai diritti dell'uomo iscritte nel diritto internazionale dei diritti dell'uomo, che è nato e si è consolidato grazie alla Dichiarazione universale.