Concorso "Attori di Un Patrimonio Sostenibile"


Progetto promosso dal Centro UNESCO di Firenze, con la collaborazione dei Club e Centri UNESCO interessati, del Comitato Nazionale Città Patrimonio dell’UNESCO, con il patrocinio e l’attenzione dell’UNESCO, delle Commissioni UNESCO dei Paesi interessati, e dell'ICCROM per la consulenza specialistica nel campo del restauro del patrimoni

Campo d’azione - si sviluppa intorno agli approcci di formazione, sensibilizzazione e partecipazione attiva dei giovani sui temi del Patrimonio Mondiale e dello Sviluppo sostenibile , promuovendo e incoraggiando la riflessione e l’azione, a livello locale, sulle possibilità e i limiti dello sviluppo con attenzione al Patrimonio, soprattutto a quei siti, inclusi nell'elenco dell'UNESCO, che spesso danneggiati da uno sviluppo non controllato, necessitano di restauro, riscoperta e valorizzazione. Per questo motivo un fondamentale supporto sarà dato dalla collaborazione con l'ICCROM.

Con riferimento allo sviluppo sostenibile ci basiamo su quelle che sono le linee direttive del DESS (Comitato Nazionale per il Decennio ONU dell'educazione allo sviluppo sostenibile) dove la sensibilizzazione, ma soprattutto la responsabilizzazione dei giovani nel contesto di un approccio sostenibile dello sviluppo rimane uno dei capisaldi di tutto il percorso educativo.

Finalità del progetto - È l’acquisizione di una auto-responsabilizzazione tra i giovani sulla conservazione e recupero del Patrimonio e la sua conoscenza nel contesto dei problemi posti dallo sviluppo e dalla sua sostenibilità nell’area euro-mediterranea.

Il titolo del progetto "Attori di un patrimonio sostenibile" esprime emblematicamente le finalità di cui sopra, inglobando questi principi di azione i giovani vengono a conoscenza dei siti del patrimonio mondiale - a livello locale e internazionale – le caratteristiche della propria cultura e di quella di altri paesi, senza dimenticare il ruolo dell'ecologia e della necessità di uno sviluppo sostenibile e diventano loro stessi attori/attivi nell'azione di sensibilizzazione della società civile nel contesto locale.

A chi si rivolge il progetto

Il progetto inteso come formazione di formatori si rivolge , in primo luogo, a docenti che potranno essere formatori di giovani di scuole secondarie superiori.

Paesi coinvolti nel progetto

la selezione è basata sui contatti già stabiliti e soprattutto con l'intento di coprire un bacino ampio e vario di azione):Egitto, Italia Marocco,Romania, Spagna (Melilla),Tunisia, più il Ghana. Intende costituire un network di paesi delle diverse aree europee (Nord, Sud e Est) e di quelle del Mediterraneo meridionale (paesi del Nord Africa e del Medio Oriente) con la Rete delle Biblioteche Associate all’UNESCO e della Federazione Mondiale di Club e Centri UNESCO.

Le fasi di implementazione del progetto:

si suddividono in un percorso formativo indirizzato ai professori delle scuole partner con corsi di formazione da tenersi nei diversi paesi – a livello locale – per creare una sinergia fra gli insegnanti e gli specialisti sulla conservazione del patrimonio e sui problemi dello sviluppo connessi, permettendo uno scambio di buone prassi e mettendo a disposizione un materiale didattico da utilizzare con gli studenti, attraverso le fasi di riflessione e rielaborazione per arrivare ad una consapevolezza di quanto acquisito e mettere i pratica gli insegnamenti cambiando i vecchi comportamenti.

Corso di formazione per i formatori indirizzato ai delegati stranieri e ai rappresentanti dei Centri UNESCO italiani che hanno aderito al progetto, per indicare le linee guida riguardo alle tematiche e alla metodologia da essere usate nei corsi per i docenti .

Nel mese di novenbre, in coincidenza con la settimana per lo sviluppo sostenitile 5-7 novembre, proclamata dall’UNESCO; si terrà un primo incontro fra i docenti di di Firenze e Regione che parteciperanno al programma. Modalità precise saranno comunicate.

L’avvio si terrà a Firenze, nei giorni 17- 18 dicembre 2007, data che coincide con le manifestazioni organizzate dalle Autorità nella città per celebrare il 25° Anniversario dell’a Dichiarazione di Firenze Patrimonio dell’Umanità,con la presenza di esperti sia dalla divisione patrimonio dell'UNESCO di Parigi e della Commissione Italiana che dall'ICCROM

Corsi di formazione a livello locale

Nei mesi di febbraio-marzo 2008, si svolgeranno nei Club UNESCO dei Paesi partner corsi di formazione indirizzati a insegnanti, operatori giovanili sul Patrimonio Mondiale, i problemi dello sviluppo sostenibile a esso connesso, oltre che sull'uso delle tecniche non-formali per l'educazione alla conoscenza e salvaguardia del Patrimonio locale.

Concorso
(marzo-aprile 2008): attivazione di un concorso internazionale -
Questa fase preliminare è il trampolino di lancio per permettere ai giovani di diventare protagonisti principali del progetto: ogni scuola potrà partecipare al concorso a livello internazionale "Noi, il patrimonio e lo sviluppo", le campagne di sensibilizzazione realizzate nella società civile con l'utilizzo di materiale audiovisivo indirizzato ai giovani studenti delle scuole superiori guidati dai professori che hanno partecipato al corso di formazione.

Ai giovani sarà richiesto:
  • di fornire una documentazione sul patrimonio locale sostenuta da una relativa bibliografia attraverso schede inserite in un database online;
  • di realizzare una campagna di sensibilizzazione della società civile riguardo alla conoscenza sul patrimonio locale, ai sui problemi di salvaguardia e eventuali necessità di restauro, visto attraverso l'ottica dello sviluppo sostenibile.

La documentazione multimediale delle campagne sarà inviata ai partner locali per una prima selezione e poi ai responsabili nazionali per una selezione a livello internazionale dei prodotti migliori. Le migliori proposte saranno selezionate e potranno dare la possibilità ai professori che hanno seguito i progetti di partecipare a due Corsi di formazione internazionali sull'uso di tecniche multimediali per poter proseguire e arricchire il lavoro con i ragazzi.

Fase conclusiva:

Pubblicità e proiezione dei lavori a livello locale presso tutti i partner

Giornata conclusiva del progetto, in sede da stabilirsi, dicembre 2008

Contatti:
dott.ssa Marialuisa Stringa, Presidente del Centro UNESCO di Firenze centrounescofi@iol.it , cell: 348 2627066
dott.ssa Lucia Barbieri, project manager luciabarbieri@hotmail.com , cell: 338 7923765
Francesco Grassellini, segreteria e logistica francescograssellini@hotmail.com , cell: 333 1120664

per le modalità e tempi di partecipazione al progetto di lavoro:
Centro UNESCO di Firenze progetto “ Attori di un Patrimonio sostenibile – Acting for a sustainable Heritage “ centrounescofi@iol.it